Se anche tu durante la pausa natalizia ti sei lasciato andare a panettoni, cotechini e lasagne, forse hai bisogno di qualche dritta per rimediare nel più breve tempo possibile. Nell’articolo di oggi, oltre a preziosi consigli, ti fornirò 5 semplici ricette utili a depurare l’organismo e favorire la perdita di peso.

Le cose più belle della vita o sono immorali, o sono illegali, oppure fanno ingrassare.
George Bernard Shaw

Con l’Epifania terminano le feste natalizie che, per quanto ci ripromettiamo di non esagerare, si trasformano in una carrellata di eccessi che va dal 23 Dicembre fino al 6 Gennaio.

Tutto molto bello ma ci ritroviamo spesso con dei chili superflui da dover smaltire, un fisico gonfio per la ritenzione idrica, un malessere generale e l’umore sotto i piedi per via dei tanti buoni propositi per il nuovo anno che incominciamo da subito a disattendere.

Le prime settimane di Gennaio potrebbero invece rappresentare quel punto di svolta nelle tue abitudini e cosa c’è di meglio che iniziare il nuovo anno cercando di depurare il tuo corpo?

 

Ecco alcuni consigli utili e 5 pratiche ricette depurative che potrai inserire nel menù di questa settimana magari a partire da Lunedì.

Partiamo con i consigli:

1. Bevi più acqua

L’acqua, semplice o sottoforma di Tè e tisane, è utile per eliminare sia il sodio che abbiamo accumulato nei tessuti con l’ingestione di salumi, formaggi e stuzzichini salati, che l’alcol ed i suoi metaboliti tossici. Se dimentichi di bere ti consiglio l’app GULPS per iOS (io ho testato personalmente questa ma ne esistono tantissime anche per android), in italiano, semplice ed intuitiva che, dopo aver impostato la quantità d’acqua giornaliera, invia una notifica periodica ricordandoti di bere. Alcuni studi dimostrano che bere di più si associa ad una maggiore perdita di peso indipendentemente da tutti gli altri fattori come dieta ed esercizio.

 

2. Non Digiunare

Se ne discute molto, è tra i libri più venduti del momento “La Dieta della Longevità” di Valter Longo che parla proprio dei benefici del digiuno (di cui parleremo meglio in un prossimo articolo). Per ora ti consiglio sicuramente porzioni ridotte di cibo ma di evitare scelte drastiche. Dopo le grandi abbuffate dei giorni scorsi, infatti, potremmo avvertire degli attacchi improvvisi di fame e se succede dopo aver saltato qualche pasto ci sentiamo inconsciamente autorizzati a mangiare molto cibo spazzatura ad orari improbabili.

 

3. Evita per un pò i pasti fuori casa

Se per i tuoi impegni mangi spesso fuori ti sarai reso conto che è molto difficile riuscire ad alimentarti correttamente e controllare cibi, condimenti e metodi di cottura. Prova (magari una nuova abitudine per il nuovo anno) a portare il pasto da casa. Qualche idea? Pasta fredda, farro e lenticchie, cous cous e peperoni con l’aggiunta di ceci o sgombro, e per gli spuntini scegli frutta fresca e frutta secca.

 

4. Riduci i dolci

Gli zuccheri semplici sono tra le cause principali dei problemi di salute che abbiamo in Occidente come malattie metaboliche e tumori. Un buon proposito per il nuovo anno potrebbe essere quello di riuscire a eliminare lo zucchero dal caffè considerato che 3 bustine al giorno, oltre ad innumerevoli squilibri ormonali, ci fanno guadagnare diversi chili ogni anno.

 

5. Muoviamoci e sudiamo di più

Oltre che con le urine, molte sostanze tossiche vengono escrete attraverso la pelle. Un pò di moto servirebbe a bruciare più calorie, a facilitare l’azione depurativa della pelle ed a migliorare la circolazione corporea in modo da drenare i liquidi in eccesso. E’ il momento giusto per incominciare ad associare ad un piano alimentare personalizzato un corretto schema di allenamento.

 

6. Dormiamo meglio

Dopo giorni di orari sballati un giusto riposo è fondamentale per evitare di incorrere in stress psicofisico e aumento di cortisolo, l’ormone dello stress che ha effetti nefasti sul metabolismo tra cui l’accumulo di grasso. Esistono diverse applicazioni per smartphone in grado di monitorare il sonno, io ho provato questa ma a dire la verità trovo più utile la sveglia della sera che mi ricorda di chiudere qualsiasi fonte luminosa, schermo, pc, telefono e prendere un buon libro.

 

7. Buon senso

Abbiamo parlato di applicazioni, buoni propositi, e buone abitudini ma è altrettanto importante ciò che dico spesso ai miei pazienti cioè di non essere troppo rigidi con noi stessi, non dobbiamo trasformarci in automi ma cercare di migliorarci gradualmente, giorno dopo giorno, nella maniera più naturale possibile.

 

Vediamo ora qualche ricetta (a me piacciono semplici, di quelle che già il nome basta a spiegarne il procedimento):

 

1. Insalata mista con mele, finocchi, noci e semi di lino.
Associala ad un pasto proteico come pesce o legumi. In questa ricetta è importante l’effetto drenante delle verdure e l’apporto di grassi buoni della frutta secca e dei semi di lino, ricchissimi di omega 3.

 

2. Sgombro, rucola e cipolla rossa.

Dopo aver cotto lo sgombro a vapore aggiungi la rucola e la cipolla rossa, cruda o stufata. Lo sgombro è ricchissimo di grassi buoni, la rucola migliora la circolazione e la cipolla è ricchissima di quercetina, un potente antitumorale. Aggiungi dei cereali integrali come pane o farro o riso bollito per ottenere un pasto bilanciato.

 

3. Riso venere con limone e carciofi

A molti miei pazienti piace consumarlo freddo. Per la preparazione basta pulire i carciofi e tagliarli a listarelle, cuocerli in una padella antiaderente con aglio o cipolla e successivamente mescolarli con il riso Venere (il riso nero) precedentemente lessato e raffreddato. Aggiungi il limone e, se preferisci, dei gamberetti lessi.

 

4. Vellutata di cavolfiore viola e frutta secca

Taglia il cavolo viola a fette dopo averlo pulito e dopo aver tolto le foglie più esterne. Cuocilo in una padella profonda con poca acqua e dello scalogno (o della cipolla). Dopo 10 minuti circa frulla il tutto per ottenere una crema (se troppo liquida rimettila sul fuoco fino ad ottenere la consistenza giusta). Servi con della frutta secca triturata ed un filo di olio a crudo. Associa al pasto dei legumi per bilanciare le proteine e i carboidrati di cui il cavolo è carente.

 

5. Insalata di cavolfiore, arance ed olive nere

Semplicemente create un ottimo contorno con il cavolfiore lesso a pezzetti, delle arance a fette e delle olive nere. Il cavolfiore come tutte le crucifere è antitumorale, le arance, oltre al sapore agrodolce, forniscono vitamina C ed infine le olive nere contengono degli ottimi acidi grassi.

 

Non mi resta che augurarti un buon anno sperando di averti fornito degli utili spunti per iniziarlo nel migliore dei modi.

Se non l'hai già fatto ti invito a cliccare mi piace sulla mia pagina Facebook per non perderti nessun aggiornamento.

e-max.it: your social media marketing partner

Contattami

Se vuoi maggiori informazioni, compila questo modulo. Ti ricontatterò quanto prima possibile.

captcha

AUTORE

nutrizionista conti pescaraCiao! Sono il Dott. Diego Conti, laureato in Dietistica presso l’Università G. d’Annunzio di Chieti. Mi occupo da diversi anni di Nutrizione a livello professionale attraverso consulenze personalizzate ed elaborazioni di piani alimentari per pazienti sani o malati. Mi dedico all'organizzazione di workshop riguardanti la corretta alimentazione e la prevenzione tra cui l’alimentazione nello sportivo, alimentazione in gravidanza, prevenzione dei tumori e l'alimentazione del paziente oncologico o diabetico.

Se ti è piaciuto l'articolo, per favore condividilo sui tuoi Social Network preferiti.

Se hai domande o dubbi puoi contattarmi.